Il BTP-future, in disegno up dal minimo del luglio scorso, termina il cinque minore su compressione daily, sull’estensione del 266% del tratto di onda 1 su ritracciamento di onda2,  equivalente a 117.87. In corrispondenza del livello raggiunto e, con il quadrante a 120°disegnato nello square sul minimo di luglio, innesta un primo consolidamento nel classico A-B-C. Il tratto di onda A, è molto probabile che possa essere stata chiusa con il minimo fatto segnare nel durante di venerdì  a 113.98, poiché è risultato a fine seduta di essere un hammer di breve. La reazione in controtendenza attesa, permetterà di disegnare onda B minore, la cui estensione ha potenziale up compreso tra il 50% e il 78,6 di onda A equivalente all’area 115.92-117. Se questo sviluppo si concretizzerà, si dovrà attendere una successiva caduta dei prezzi in formazione di onda C minore che si svilupperà con un sotto cinque di grado minute il cui sviluppo è atteso in un arco temporale tra 15 giorni e un mese. Il potenziale di discesa è al momento calcolabile al 50% di ritracciamento dell’intera gamba up innestata dal minimo di 1075.50 del 28 marzo, equivalente a 112.68, che poi altro non è che una correttiva a copertura di un piccolo gap up rimasto aperto nella risalita.

Una volta che sarà terminata la fase di consolidamento, accettabile comunque fino al limite 11.80 e non oltre, altrimenti il trend up risulterà ingolfato, il BTP-future, tenterà di riattivare il cammino rialzista, che se sarà più convincente una volta riconquistata e consolidato l’area divenuta di resistenza qual è 114-115, che permetterà un successivo step up all’attacco dei massimi relativi segnati a 117-118. Il successivo allungo sopra di quest’area di massimo, porterà nuova benzina dal trend up del BTP-future, il cui potenziale è sul quadrante a 360° posto in area 127-128, in attesa nel setup temporale in scadenza per la fine di agosto. Da segnale, che c’è anche la possibilità di un target intermedio per quella di setup corrispondente al quadrante a 240° intorno all’area 121.90-123.

Al contrario, riprendendo l’analisi grafica dal limite correttivo concesso dal derivato per rimanere up in questa fase di ritracciamento down, la perdita dell’importante livello di sostegno a 11.80, innesterà un più acuto down che obbligherà il BTP-future a rientrare sul quadrante nascituro posto tra 110.30-11.16, la cui tenuta sarà di vitale importanza per evitare di sprofondare ulteriormente su area 108-107-70. Infatti, anche se alte sono le probabilità di una reazione up da questa fascia di supporto poi, il BTP-future, dovrà necessariamente riconquistare in modo stabile 114.36-114.68 per evitare, da prima l’ingolfamento del movimento rialzista in disegno,  e in secondo momento,  il disegno della spalla destra di un ipotetico testa e spalle che si verrebbe a disegnare e confermare con il perforamento della linea del collo  a 107.80. Il potenziale ribassista in questo scenario negativo è il ribaltamento della figura equivalente all’area 101-98.

Come si può notare da quest’analisi, il BTP-future si trova a un punto cruciale del suo cammino up, con una correttiva in disegno che dovrà dimostrare di essere tale terminando il suo disegno sul limite 11.80, perché se dovesse perderlo in modo stabile lo scenario ottimista atteso, potrebbe divenire molto meno cip, al punto di avviare una fase turbolenta che potrebbe, ancora una volta, portare tensione e panico sui mercati obbligazionari dei limitrofi, traslatando simultaneamente sugli indici  azionari.

btp