In rispetto delle indicazioni operative nella seduta di venerdì l’spf riesce ad agganciare l’area di resistenza a 2705-2708 senza però proporsi sopra, rimandando all’odierna l’eventuale obbligo di superamento per evitare prese di profitto che si intensificheranno in perdita del primo livello di sostegno a 2700-2697, riposizionandolo in sequenza: prima in fascia intermedia a 2692-90 poi in perdita del limite 2689 in appoggio area statico 315° del quadrante sottostante a 2687-85. L’eventuale perdita del limite 2784 porterà nuovamente l’spf in sequenza: prima in fascia intermedia a 2682-80 poi, a rivedere l’area statico 270° a

This content is for members only.