Il future stoxx50, dopo avere raggiunto il massimo a 2331 punti, in occasione dell’esito del summit del 29 giugno e di abbellimento delle performance di semestre, prende la via dei realizzi sprofondando a chiusura del gap up rimasto aperto tra 2170-60 nella seduta di ieri, trovando nel mentre che scrivo, il primo punto di forza a superamento di 2162 che, fintanto che si manterrà sopra 2120-2108 nelle fasi negative, offrirà uno spunto rialzista, il cui potenziale è il ritracciamento compreso tra il 50-62.5% del tratto perso equivalente all’area 2215-2237. Lo stop a evenutali posizioni long dovrà essere attivato con la perdita di 2108. L’operatività appena proposta è su compressione intraday , al contrario di una a più lungo raggio daily, che rimane al momento in configurazione down fintanto che non sarà vinta la granitica resistenza posta a 2312-330 confemata in chiusura di seduta sopra della quale il potenziale di rivalutazione è su area 2600.

Mentre, la perdita del supporto a 2110-2108 permetterà operatività short daily, il cui potenziale down è atteso su area 1950-1920.

  

 

 

 

 

 

[twitter style=”vertical” float=”left”] [google_plusone size=”standard”]