Dopo aver completato onda 3 primary sul massimo 291.42 nel settembre 2014,  Tesla Motors subisce e completa la prima fase correttiva abc minore  di onda A intermedia sul minimo 181.40 nel marzo scorso, dal quale è nato un movimento di recupero strutturato in onda B intermedia che, avendo recuperato oltre l’85% dell’intera  gamba ribassista  precedente, pone aspettative della correttiva di onda C intermedia di onda 4 primary al disopra del precedente minimo del marzo scorso, confermando a tal modo la struttura rialzista da completare in onda 5 primary.  Il  potenziale rialzista che sarà disegnato dopo aver completato la struttura ribassista di onda C intermedia di onda 4 primary sarà da collocare  al 161.8% di estensione di onda 1 primary nella fascia  370-75 dollari. Entrando nel dettaglio correttivo atteso, il titolo sarà in prolungamento down con la perdita del supporto ganniano 262.08 che lo porterà in appoggio sul successivo 258.45-256.05. Sarà da questo importante livello di sostegno che il titolo dovrà dare prova di forza per evitare di proseguire nella correttiva che lo vedrà in accelerazione su perdita del limite 254.31, prima al 37.5% di ritracciamento della gamba rialzista di onda B intermedia nella fascdia 247.30-246.01 e in secondo tempo se dovesse procedere al disotto di quest’ultimo al 50% di ritracciamento a 234.22-233.70. Se da questo livello le attese saranno per un primo rimbalzo, il mancato aggancio di 250 riproporrà il down e, con il ritorno stabile al disotto di 233, porterà il titolo a completare la struttura ribassista di onda 4 primary, collocandola o su area  221-216, o nel caso di eccesso, al 78.6 di ritracciamento nella fascia 208-204.24.

La fase correttiva sarà evitata se nelle prossime sedute Tesla Motors saprà ancorare nei momenti di lettera i corsi al primo supporto utile a 258.45-256.05 e conseguentemente andare al superamento della fann gann 1×4 collocata a 271.41 proiettandolo in successiva 280.40-45 con probabile estensione sul massimo 286.65 del 20 luglio, una volta vinta 275.20.  A questo punto, Il modello ribassista sarà negato se il titolo saprà andare al superamento stabile del massimo di onda 3 primary a 291.42, proiettando il titolo a target figura nella fascia 315-320.

Da quanto sopra l’operatività sarà: long su tenuta stabile del supporto 258.45-256.05 per posizione in trading. Stop curando su perdita di 254.31-254. Potenziale minimale area 280.40-45. Seguire in stop profit per successiva area 286.65-291.42. Se da questo livello il titolo sarà così forte da procedere al superamento stabile di quest’ultimo, allora si potrà proseguire in stop trailing per target figura nella fascia 315-320. Mentre se il titolo rispetterà le attese procedendo al perforamento down del supporto limite a 254 si dovrà attendere la correzione al 50% del precedente rialzo nella fascia 234.25-233.70 per posizionarsi long sempre cmq in trading. Stop curando su perdita di 233 stabile. Potenziale minimale area 245-247. Seguire in stop profit per successivi: 252-53 e 258-61 dove cmq le attese saranno per un ritorno down a conferma del movimento rialzista disegnato. Ultimo, se il titolo procederà con la perdita del supporto a 233 si dovrà attendere il completamento della struttura ribassista nella fascia 221-216 o successiva 208-204. Nel primo caso stop curando su perdita di 215 per eventuali riposizionamenti in successiva citata. In questo caso stop curando su perdita di 193. Potenziale minimale area 234-241. Seguire il trade in stop trailing nel tentativo di andare a sfruttare l’onda 5 rialzista, con attenzione al massimo relativo di onda 3 primary  e comunque alla fascia 286-292 se non sarà superata in modo stabile il titolo potrebbe disegnare un potenziale doppio massimo.

Tesla Motors