Come atteso, la forte resistenza offerta dall’area statico 90° a 2712-15 non ha permesso all’spf nella seduta di venerdì di proseguire nel recupero così prese di profitto l’hanno relegato all’area basamento del quadrante in lavorazione a 2703-2700 che nell’odierna sul limite 2698, dovrà contenere per evitare di proseguire in modo dinamico: prima in fascia statico 315° del quadrane sottostante a 2692-2688 poi, in perdita del limite 2686-85, di accelerare in pull back statico 270° a 2677-2676. Ulteriore affondo sarà disegnato dall’spf con i corsi in violazione di 2674, dentro l’area statici 240°-225° collocata tra 2668-2664, ma obiettivo del movimento sarà il pull back in statico 180° a 2652-50 attivata con i corsi stabili al disotto di 2662-61.

Lo scenario al contrario rimarrà up se nelle prossime ore oltre tenere il limite a 2698 l’spf sarà capace di portarsi stabilmente sopra della prima area di resistenza a

This content is for members only.