Come da indicazioni operative, nella seduta di ieri l’spf: da prima porta i corsi a segnare l’area di resistenza consigliata a 3247-50 poi, mancando il superamento della stessa, permette di attivare l’operativo short con i corsi nel prosieguo del durante a target proposto in fascia 3236-32. La tenuta di quest’area ha dato modo all’spf di attivare l’operativo long, portando a compimento il trade sul finale di sessione ufficiale in fascia proposta statici 225°-240° collocati a 3262-3266, prima di subire prese di profitto nel dopo borsa e, presentarsi al momento del commento, in correzione di circa in punto percentuale in appoggio allo statico 120° a 3232. In queste condizioni grafiche sarà necessario, per il derivato americano, rimane ancorato all’area statico

This content is for members only.