Apro il thread sul future euro dollaro, quotato al CME(Chicago Mercantile Exchange),  per offrire uno spazio d’interesse comune che sarà in costante aggiornamento sull’intraday nelle sezione commenti, così da condividere possibili input operativi in alternativa ad altri mercati o per chi preferisce il valutario come scelta di trading.

Fatta questa premessa, passiamo ad analizzare, facendo uso al momento di un grafico daily, il cross euro dollaro che, dopo il falso segnale di vendita scaturito dalla seppur di poco, violazione della neck line del possibile testa e spalle disegnato nell’ultimo anno, in occasione della minute della Fed, riaggancia nelle ultime sedute, il massimo di giugno a 1.3423, in condizioni di eccesso, sotto il transito di ben tre fann gann , ma soprattutto di fine ciclo. Questa situazione tecnica pone il cross nelle condizioni, prima di un’eventuale risalita, di prendere una pausa di riflessione ritracciando in parte lo spunto up dell’ultimo mese, il cui punto ottimale sarà il tentativo d’appoggio sul supporto dinamico offerto dalla gann 1×1 transitante per le prossime sedute nella forchetta 1.311-1.309 o, se dimostrerà più forza del previsto nel ritracciamento compreso tra il 50%-62.5% del tratto di onda3 equivalente alla fascia 1.32-1.3150.

Al contrario, il cross euro dollaro eviterà la fase correttiva se oltre che tenere il primo livello supportivo a 1.3312 saprà superare in modo continuato il transito delle tre gann posto nell’area 1.3427-1.3437. Infatti, solo a queste condizioni il cross sarà visto in accelerazione prima a 1.352-25 poi, a superamento in sequenza di 1.3581-1.3602, all’attacco dei massimi di febbraio 2013 a 1.3715.

In queste condizioni grafiche, l’operatività sarà short: sia sul mancato superamento di 1.3427-1.3437, sia su violazione di 1.3312. Il target minimale sarà l’area 1.3207-1.3187, da seguire in seguito sotto 1.3166 sull’ottimane appoggio della gann 1×1 nella fascia 1.311-1.309. Nel caso di short dalla prima area proposta, lo stop dovrà attivarsi a superamento di 1.3437. Nel secondo caso su violazione di 1.3312, lo stop dovrà attivarsi su ritorno confermato di 1.3347-50.

cross euro dollaro