Primi cenni di risveglio per il Wti che nella seduta di ieri ha esteso il movimento up di giornata sull’importante area di resistenza ganniana dello square evidenziata dagli orizzontali 120°-135° con massimo di sessione a 60.77 prima di tornare nuovamente a ridosso dei 60 dollari barile con ultimo al momento del commento a 59.92 dopo che nella sessione notturna tocca massimo a 60.11 e minimo a 59.66. Pertanto per l’odierna si consiglia operatività:

short al mancato superamento della resistenza 60.05-60.25. Stop curando in superamento stabile di 60.35-60.40. Potenziale minimale 59.65-59.45 con limite da tenere a 59.35-28, altrimenti prolungare il trade: prima in fascia 59.10-58.98 e limite da tenere a 58.86-58.82, poi in perdita di 58.80, in sottostante a 58.62-56. Nuovo input operativo con i corsi al disotto di 58.50 e potenziale down: prima in fascia a 58.33-24, poi in perdita di 58.22, in appoggio 58.12-57.98 ma in perdita di 57.95 nuovo sequenziale down operativo: prima in statici 240°-225° a 57.79-66 e, in perdita del limite 57.60, in statico 210° a 57.45-44 con limite da tenere a 57.40, altrimenti lasciare correre il trade in statico 180° a 57.10-05.

Long in tenuta del supporto 59.85-65. Stop curando in perdita stabile di 59.45. Potenziale minimale area 60.15-25, con limite a 60.30-35. Prolungamento sopra 60.38-40 : prima in fascia intermedia 60.65-77, poi a superamento di 60.85, in fascia 60.95-61.05, con limite in statico 150° del quadrante in lavorazione a 61.16-17. Nuovo input operativo a superamento di 61.20 e potenziale minimale in statico 180° a 61.43-45, poi in superamento di 61.50, aggancio parte alta del range a 61.75, con limite da superare a 61.83, per proseguire con il trade all’interno degli statici 225°-240° collocati rispettivamente a 62.05-05 e 62.24-25 ma obiettivo di movimento in statici 300°-315° collocati nella fascia 62.97-63.13.