Riprova il Wti a lasciarsi alle spalle il range che lo sta limitando da ormai diverse seduta con inizio ottava in rialzo di circa 1% a 42.84 pertanto per l’odierna si consiglia operatività:

short al mancato superamento della resistenza 42.90-43. Stop curando in superamento stabile di 42.06-43.16. Potenziale miniale 42.50-40 con limite a 42.32. Proseguire con il trade al disotto di 42.30-20 per sottostante 42.05-41.90 e, in perdita di 41.85, per area 41.60.-50 con limite da tenere a 41.40-25, altrimenti saranno riviste: prima area 41.15-05, poi,al disotto di 41-40.95, la sottostante 40.85-80. Ulteriore possibilità di trading in perdita stabile del limite 40.70, per sottostante 40.60-50 e, al disotto 40.50-48 sequenza down: prima in fascia 40.35-25 poi in perdita di 40.20, in sottostante 40.05-39-95.

Long su tenuta del supporto 42.50-30. Stop curando in perdita stabile di 42.20. Potenziale minimale area 42.85-90 e, a superamento stabile di 42.93: prima in fascia intermedia a 43.0-43.07 poi a superamento di 43.10-12, aggancio apice square a 43.25-30. D’obbligo in questo scenario per il Wti proseguire sopra dell’area limite a 43.44-51 per evitare rientri immediati e, al contempo, proporre successivi step in fascia statici 30°-45° rispettivamente collocati a 43.74-75 e 43.97-98 con possibile interessamento del successivo orizzontale a 60° 44.19-20 con i corsi sopra 44. In questo contesto grafico l’uscita a rialzo del Wti dal range comporta potenziale di movimento a rialzo collocato in statico 180° del quadrante successivo a quello in lavorazione posto in fascia 45.80-90. Nel caso si dovrà porre attenzione agli intermedi d’oscillazione ganniani a 120°-150° rispettivamente collocati a 45.05-45.15 e 45.45-50.