Apro il thread sul Fib perché i corsi sono arrivati a un punto di notevole importanza sotto l’aspetto grafico per cui occorre fare nuova riflessione in modo tale da pianificare i possibili scenari direzionali.  Prendono a riferimento  l’importante thread pubblicato nell’ottobre 2012, in cui  si consigliava una strategia rialzista nelle fasi correttive che non prolungassero sotto del supporto 12400, perché in presenza di una situazione grafica in  via di soluzione verso movimenti direzionali rialzisti. Infatti, i corsi nelle ultime sedute si sono portati su livelli di resistenza tali che, se il fib sarà in grado di passarle a rialzo, permetteranno di sviluppare un potenziale rialzista sul primo livello consigliato tra 20000-20600.

Per confermare questo scenario il fib nelle prossime sedute, dovrà portarsi in primo luogo sopra l’area resistenziale 17950-18050 poi, una volta consolidato il livello raggiunto, di proseguire senza tentennamenti al successivo step 18200-250, dove sosta un’importante resistenzaofferta dall’incrocio di gann nel setup del 5 settembre dentro lo square, che metterà in altalena il derivato a conferma dell’avvenuto reverse sul medio termine.

Il successo di quest’appuntamento per il fib sarà motivo di riattivazione del movimento rialzista che lo porterà a testare il successivo statico posto tra 18640-18780. Il camminamento verso il primo step citato a 20000 punti sarà possibile dal fib una volta consolidata l’area raggiunta mantenendo nelle fasi correttive il supporto principe a 18400-200. I target intermedi prima di agganciare l’obiettivo sono: 18980-19060, con possibile estensione a 19200-230 e, superata quest’area, sarà la volta di quella sistemata tra 19350-19480.

Lo scenario appena descritto subirà una revisione solo nel caso in cui il fib, oltre che mancare il superamento deli massimi d’anno, sarà visto violare in modo continuato il primo supporto daily collocato a 17045 seguito in secondo momento da quello principe a 16260-100. Fintanto i due livelli saranno capaci di mantenere il fib al disopra, l’operatività sarà sempre long nelle fasi di ritracciamento facendo rifermento ai continui aggiornamenti in sala trading.

Pe quanto riguarda il conteggio delle onde, il mancato sprofondamento sotto il minimo a 14900 con il conseguente riaggancio della fascia 16200-500 da parte del fib, ha permesso la rimodulazione, etichettando l’attuale fase correttiva come triangolo simmetrico, con evoluzione al momento rialzista, il cui completamente sarà da catalogare come onda3 primaria il cui apice minimale è atteso sull’area 20400-500, mentre la sua estensione sarà tra 23200-23800 a conferma dell’impianto previsionale descritto nell’oramai famoso :“L’astronomo dice rialzo

fib daily