Seduta nervosa quella di ieri per il wti che oscillando in stretto range rimane poi preda di profitto nella notturna con i corsi al momento del commento in rientro di circa il 2% a 38.38 dopo aver segnato massimo nella sessione a 39.12 e minimo intorno alle 3 del mattino a 38.30. Pertanto per l’odierna si consiglia operatività:

long su tenuta del supporto 38.30-20. Stop curando in perdita stabile di 38.10-05. Potenziale minimale area 38.65-38.75 con limite a 38.82-87. Mentre si potrà proseguire con il trade a superamento dell’orizzontale ganniano 90° a 38.90 per area limite 39.10-15 vinta la quale Wti in accelerazione sequenziale: prima in fascia 39.48-56 poi sopra stabile del limite 39.67 in statici 120°-135° collocati rispettivamente a 39.88-98 e 40.12-15. D’obbligo in questo contesto grafico per il Wti prolungare l’up portando i corsi al superamento del limite 40.25 per evitare prese di profitto e,al contempo, proporre steps in statico 150° a 40.43-45 con limite in statico 180° a 40.75-78 sopra del limite 40.47-50. Ulteriore allungo per il Wti sopra 40.82 dentro l’area statici 210°-225° a 41.23-45 con in statico 240°a 41.67-70, sopra del quale si proietterà in sequenza: prima in statico 270°a 42.20 poi, sopra del limite 42.30, in statici 300°-315-330° collocati rispettivamente a 42.49-50, 42.70-71 e 42.88-90.

Short al mancato superamento della resistenza 38.75-85. Stop curando in superamento stabile di 38.87-90. Potenziale miniale area 38.10-38.05 con limite a 37.85-75. Proseguire con il trade al disotto 37.72-70 per area 37.60-55 e, in perdita del limite 37.45, appoggio in statico 270°a 37.02-36.95. In perdita del limite 36.90, in statici 240°-225° collocati rispettivamente 36.60-55 e a 36.40-35 con limite di volatilità da tenere in statico 210° a 36.20-15, altrimenti sarà interessato statico 180°a 35.80-75.