Il future Bud, visto su grafico perpetuo, è inserito in un movimento impulsivo di lungo periodo iniziato, guarda caso, a fine settembre 1990 da una figura tipica d’inversione qual è il doppio minimo. Una figura questa che si è sviluppata e confermata in un periodo temporale sufficientemente lungo, pari a sette mesi, da cui ha innescato la prima salita in onda1 di un movimento più ampio, composto di cinque disegnando nella direzione dell’impulso tre onde catalogate 1-3-5 e due in contro tendenza o correttive disegnate a ribasso e catalogate 2-4.

Da allora, il future del bond tedesco, ha intrapreso il suo cammino a rialzo, altalenando correttamente, mantenendo ancorato i corsi alla linea della vita 1×1 che, con il passare del tempo, è divenuto speculativo esasperando l’ultimo tratto tipico delle fasi ultime.
Infatti, con il massimo di questi ultimi giorni fatto segnare a 138.86, il future è in svolgimento di onda5, che porterà, una volta esaurita la spinta speculativa, a una fase correttiva degna di nota.

Il potenziale di onda5 potrebbe essere già centrato se nelle prossime sedute il future non sarà in grado di passare 138.86 con la conseguenza del perforamento del primo supporto sistemato a 137.50-20, sotto il quale andrà in appoggio su area 134.31-133.88, supporto questo di notevole importanza che, se violato in modo stabile, confermerà la chiusura del trend rialzista e metterà il future nelle condizione di andare incontro a una fase di rintracciamento equivalente al 50%-62.8% di Fibonacci dell’ultima fase rialzista e più precisamente in area 129.48-127.15.

Se il future confermerà questo scenario, il movimento correttivo sarà comunque solo da considerare all’inizio perché , avendo strutturalmente raggiunto i target di movimento, la fase correttiva sarà destinata a protrarsi sul medio-lungo termine, trovando come punto ottimale della correzione un rintracciamento parti al 50% di tutto il trend up vissuto dal 1990 a oggi, equivalente all’area 110 trovando conferma di quanto scritto, una volta persa l’area supporti iva posta a 120.

Entrando nel dettaglio di movimento, il future, per accompagnare in modo concreto il rintracciamento atteso su 120, dopo la prima correzione altamente probabile descritta, dovrà fallire il riaggancio di area 130-131 e, perdere in modo scalettato l’area 126.36-124.50, sotto la quale il movimento sarà direzionato verso il target citato.

Al contrario, il future Bund analizzato su grafico perpetuo, sarà in grado di ritardare questo scenario solo a superamento di 139-140, sopra il quale prolungherà al tratto massimo di onda5 attesa a 144, dove prese di profitto saranno viste comunque a verifica del trend rialzista di lungo termine.

L’analisi degli oscillatori di forza e direzione indica come lo strappo ultimo possa essere preso come massimo giacché, si è alla presenza di una figura d’inversione di doppio massimo che necessita ai corsi una prova di forza per evitare la correzione annunciata.

 

 

 

 

 

 

[twitter style=”vertical” float=”left”] [google_plusone size=”standard”]